Il gospel nel Duomo di Terni per una Pasqua in musica

Trenta cantanti londinesi nel duomo di Terni per una Pasqua con la musica  religiosa della tradizione anglosassone. Per la sua edizione primaverile numero zero Umbria Jazz ha chiamato per la prima volta un coro inglese, al posto dei tradizionali complessi vocali americani. Ieri sera in un duomo   gremito il primo dei due concerti, oggi pomeriggio la replica.

Il London Community Gospel Choir si iscrive con sostanziale coerenza stilistica nel grande filone  del gospel, fenomeno artistico e spirituale tipicamente a stelle e strisce. Qualche passaggio però evoca anche la tradizione di matrice classica della musica corale britannica  e fa del LCGC un gruppo con una spiccata personalità.

Prima del concerto il vescovo di Terni, Giuseppe Piemontese, ha spiegato di aver reso volentieri disponibile il duomo per il concerto pasquale. "Abbiamo acconsentito - ha detto -  a questo momento di gioia, di festa per la resurrezione del Signore,  che è momento di speranza  per tutti noi".

Contemporaneamente al concerto gospel, nel Centro multimediale si esibiva un altro complesso inglese, Incognito, esponente di punta del british soul.

Umbria Jazz Spring si conclude questa sera con un recital del duo Peppe Servillo - Danilo Rea.